Cookie disabilitati


Gentile Cliente, per proseguire la navigazione è necessario abilitare i cookie nelle impostazioni del suo browser.

Servizio Elettrico Nazionale


Servizio Elettrico Nazionale - Servizio di maggior tutela

  • News

NEWS

1.
Sisma: Servizio Elettrico Nazionale sospende i pagamenti e adotta le agevolazioni previste dalla Delibera 252/17 e successive modifiche *
 
*Delibera 252/17/R/com integrata secondo Delibera 517/17/R/com e modificata secondo Delibera 608/17/R/com e Delibera 81/2018/R/com


A seguito degli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016, Servizio Elettrico Nazionale ha recepito i provvedimenti dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) che hanno disposto la sospensione dei termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica emesse o da emettere per i Comuni colpiti dal sisma e l’adozione delle agevolazioni in favore delle forniture site nei Comuni terremotati, così come individuati nella Delibera 252/17 del18/04/2017 e s.m.i. Di seguito vengono riportati i clienti beneficiari delle agevolazioni.
 
 
Beneficiari AUTOMATICI delle agevolazioni:
 
1) Clienti titolari di almeno un contratto di fornitura attiva alla data del sisma nei Comuni di cui agli Allegati 1 e 2 e 2-bis, ad eccezione delle forniture attive site nei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto 
 
 
 
 
 
2) Clienti alloggiati in SAE E MAPRE 
Tutti i clienti alloggiati nelle strutture abitative di emergenza (SAE) adibite a civile abitazione e/o nei moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) e/o alle utenze site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e a quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione.
 
 
Beneficiari NON AUTOMATICI delle agevolazioni:
 
Le agevolazioni possono applicarsi, su richiesta degli interessati:
 
1) Nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto ai singoli Clienti danneggiati che dichiarino l'inagibilità del fabbricato, abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui al DPR 445/2000, con trasmissione agli uffici dell'Agenzia delle entrate e dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti.
 
 
2) ai Clienti titolari di fornitura sita in altri Comuni delle Regioni interessate dagli eventi sismici (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), e attiva alla data di tali eventi, che dimostrino il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità dell’immobile in cui è sita la fornitura e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata.
 
 
3) ai Clienti che, a causa degli eventi sismici, hanno dovuto trasferire la propria residenza/domicilio o la propria attività produttiva/commerciale a seguito del sisma, per inagibilità dell’immobile originario.
 
La portabilità permette quindi di usufruire dell’agevolazione sia sulla fornitura originaria che sulla nuova fornitura (immobile/MAP/camper o roulotte), con le seguenti restrizioni:
 
a) per i clienti titolari di nuova fornitura uso domestico in qualunque regione d’Italia, con fornitura originaria all’interno dei Comuni degli Allegati 1-2-2bis (esclusi i Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto) che dimostrino il nesso di causalità tra l’inagibilità dell’immobile e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da schede inagibilità FAST o AEDES o similare documentazione rilasciata del Comune.
 
 
b) per i clienti titolari di nuova fornitura uso domestico in qualunque regione d’Italia, con fornitura originaria al di fuori dai Comuni degli Allegati 1-2-2bis (inclusi i Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto) che dimostrino il nesso di causalità tra l’inagibilità dell’immobile e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata.
 
 
c) per i clienti titolari di nuova fornitura per attività produttiva e/o commerciale all’interno dei Comuni degli Allegati 1-2-2bis con fornitura originaria all’interno dei Comuni degli Allegati 1-2-2bis, che dimostrino il nesso di causalità tra l’inagibilità dell’immobile e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da:
  • schede inagibilità FAST o AEDES o similare documentazione rilasciata del Comune se fornitura originaria sita nei Comuni degli Allegati 1-2-2bis (esclusi i Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto);
  • perizia asseverata se fornitura originaria sita nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto
 
 
Nel caso in cui l’agibilità dell’unità immobiliare sia ripristinata, tutti i clienti che staranno usufruendo di agevolazione non automatica ne dovranno dare comunicazione a Servizio Elettrico Nazionale entro 30 giorni in quanto il diritto all’agevolazione decade.
Si ricorda inoltre ai Clienti che la cessazione della propria fornitura, anche laddove l’immobile sia stato dichiarato inagibile, non avviene in automatico; pertanto, se si ritiene di voler disattivare la propria fornitura è importante richiedere al più presto la cessazione a Servizio Elettrico Nazionale.
 
La documentazione sopra indicata (dichiarazione, copia del documento di riconoscimento e, qualora siano necessarie, schede di inagibilità o perizia asseverata) e/o eventuale diverso indirizzo ai fini del recapito delle eventuali fatture e comunicazioni relativamente al punto di fornitura originario, potrà essere restituita:
 
Servizio Elettrico Nazionale ha anche sospeso tutte le eventuali azioni di recupero credito sulle fatture precedentemente emesse.


 
Per le bollette già emesse prima della sospensione della fatturazione e la cui richiesta di pagamento è già stata inoltrata agli istituti di credito, chi ha sottoscritto la domiciliazione bancaria può chiedere al proprio istituto di credito il blocco del pagamento.

 
 
TIPOLOGIA E DURATA DELLE AGEVOLAZIONI
 
Le agevolazioni della Del. 252/2017/R/com:
  • prevedono l’azzeramento dei corrispettivi per nuove connessioni/allacciamenti, disattivazioni, riattivazioni subentri e volture;
  • riducono le componenti di rete e gli oneri generali del 100%;
  • sono riconosciute per un periodo di 36 mesi a partire dalla data del sisma che ha causato l’inagibilità dell’immobile (24 agosto, 26 ottobre, 18 gennaio).
 
 
RIPRESA FATTURAZIONE (Aggiornamento 19.03.2018)
 
La fatturazione delle forniture colpite dal sisma verrà ripresa secondo i termini e i criteri stabiliti dalla Delibera ARERA n. 81/2018 che ha modificato la n. 252/2017 e s.m.i.
 
La ripresa della fatturazione avverrà tra il 1° Giugno 2018 e il 31 Agosto 2018 con emissione di una fattura unica.
 
La fattura unica conterrà i consumi relativi al periodo di sospensione della fatturazione, ma anche eventuali importi non ancora fatturati, inerenti periodi precedenti l’evento sismico.
 
E’ facoltà del cliente richiedere l’anticipazione della fattura unica, inviando una specifica richiesta scritta.
Il relativo modulo di richiesta è disponibile qui e potrà essere restituito:
Chiarimento ARERA per applicazione “tariffa residente”
 
A seguito dei chiarimenti di ARERA, pubblicati il 20/12/2017, si precisa che verrà applicata la tariffa domestica residente, sia all’abitazione residente inagibile, sia all’eventuale abitazione di cui all’articolo 2.1 della delibera 252/17 in cui è stato stabilito il domicilio (in conseguenza dell’evento sismico), in particolare:
  • alle forniture domestiche di cui al comma 2.1 lettera d) e h) della delibera 252/17 quali SAE (soluzioni Abitative per Emergenza), MAPRE (Moduli Abitativi Prefabbricati Agricoli Emergenziali), MAP (Moduli Abitativi Prefabbricati), temporanee ad uso abitativo, a prescindere dalla durata delle agevolazioni sisma;
  • alle forniture in portabilità uso domestico per il periodo di vigenza delle agevolazioni sisma.
 
 
CRITERI DI RATEIZZAZIONE (Aggiornamento 19.03.2018)
 
Il totale della fattura unica emessa alla ripresa della fatturazione, al netto degli importi non rateizzabili (es. canone RAI), se superiore a 50 €, sarà rateizzato automaticamente, senza interessi, per un periodo massimo di 36 mesi (con rata minima di 20 €).
 
Le rate previste saranno addebitate secondo la periodicità di fatturazione della fornitura.
 
E’ facoltà del cliente, in alternativa alla rateizzazione, provvedere ad effettuare il pagamento in maniera non rateizzata, inviando una specifica richiesta scritta.
Il relativo modulo di richiesta è disponibile qui e potrà essere restituito:

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il numero verde gratuito di Servizio Elettrico Nazionale 800 900 800 da rete fissa nazionale e numero a pagamento 199 50 50 55 da cellulare (al costo applicato dall’operatore telefonico)
 

2.
Servizio Elettrico Nazionale sempre più accessibile con Pedius


Servizio Elettrico Nazionale lavora da sempre per rendere i suoi servizi più accessibili a tutti i tipi di utenti e clienti. In quest’ottica ha deciso di adottare Pedius, un’applicazione dedicata alle persone sorde, seguendo altre società del Gruppo Enel.
 
Come funziona Pedius
 
Pedius è un’applicazione che consente alle persone con difficoltà uditive di telefonare al Servizio Clienti 800 900 800 grazie alle tecnologie di sintesi e di riconoscimento vocale. Una volta scaricata l’app (Pedius è disponibile su Play Store e App Store) si avvia una chiamata gestita da un call center informatico che avviene tramite VoIP. L’utente può decidere di utilizzare la sua voce o, in alternativa, di scrivere un messaggio che Pedius trascrive in tempo reale e legge all’operatore telefonico. 
 
L’accessibilità nei gruppi energetici
 
L’applicazione è già in uso in altre grandi realtà aziendali italiane, ma nel mercato tutelato dell’energia Servizio Elettrico Nazionale è la prima ad avere adottato questa tipologia di servizio.
L’app Pedius rappresenta per il Servizio Elettrico Nazionale un modo per essere sempre più vicino a tutti i suoi utenti.
 

3.
Bolletta elettrica: info su oneri di sistema


22/02/2018 - Servizio Elettrico Nazionale, nel ribadire la propria estraneità alla vicenda, fa presente che nelle bollette attuali e in quelle dei prossimi mesi non risultano voci aggiuntive. Peraltro, in merito a questa vicenda, l’Autorità di Regolazione per Elettricità Reti Ambiente (ARERA) è intervenuta direttamente con un comunicato stampa per spiegare meglio che il provvedimento è esclusivamente finalizzato a reintegrare gli oneri di sistema a seguito del mancato versamento da parte di alcune imprese venditrici e non di altri clienti morosi. Il relativo impatto sulle bollette dei consumatori finali non è ancora stato quantificato da ARERA, ma in ogni caso l’Autorità ha precisato che sarà molto contenuto (all’incirca il 2% degli oneri di sistema, e non certo 35 euro).

4.
False mail ai clienti


False mail ai clienti
 
In questi giorni, da un indirizzo apparentemente riferito alla vecchia denominazione Enel Servizio Elettrico (non Servizio Elettrico Nazionale) stanno circolando alcune mail dal contenuto ingannevole: il cliente viene invitato a cliccare su un link per scaricare la bolletta, ma in realtà si tratta di un file che contiene un virus.
In altre occasioni, sono state spedite mail che invitavano i destinatari a compilare dei moduli online con i propri dati personali. Si invita il cliente a verificare sempre il mittente della mail che si riceve.
 
Queste mail non sono state inviata né da società del Gruppo, né da società incaricate da Servizio Elettrico Nazionale. Se le ricevi, cestinale.
 
Servizio Elettrico Nazionale non chiede mai ai propri clienti di comunicare i propri dati bancari o i propri codici personali via mail, attraverso link esterni o telefonicamente.
 
Clicca qui per visualizzare i fac-simile delle mail che potrebbero arrivarti e i relativi allegati.
 
Invece, per vedere un esempio delle mail per l’invio della bolletta digitale di Servizio Elettrico Nazionale, clicca qui.

5.
Servizio Elettrico Nazionale conferma il prestigioso “marchio di Qualità”, nel rispetto dei requisiti della nuova Norma
 


Servizio Elettrico Nazionale punta sulla Qualità ed ottiene un importante risultato: la nuova certificazione UNI EN ISO 9001:2015 con il 100% di conformità, in anticipo rispetto alla scadenza prevista dalla normativa. Un obiettivo “sfidante”, raggiunto a pieni voti, che rappresenta il percorso di miglioramento continuo dei processi, nel rispetto dei requisiti della nuova Norma:
 
- la Leadership (coinvolgimento del Top Management);
- la gestione del rischio calato nei singoli processi;
- l’analisi del contesto con particolare attenzione alle aspettative degli Stakeholder;
- la formazione;
- la comunicazione interna ed esterna;
- il miglioramento continuo.
 
L’impegno dell’Organizzazione e l’implementazione di un Sistema di Gestione della Qualità efficace ed efficiente, hanno permesso a Servizio Elettrico Nazionale di dimostrare la sua attitudine verso l’eccellenza ed aumentare la consapevolezza aziendale sui temi della Qualità.
 
Servizio Elettrico Nazionale, pertanto, conferma il suo impegno ed i suoi obiettivi: soddisfare le aspettative dei Clienti e meritarne la fiducia, anticipando la soluzione delle loro esigenze e creando una cultura basata sull'efficienza, l'ascolto, il lavoro di squadra, attraverso i valori dell’innovazione, proattività, responsabilità e fiducia.

Tra le principali novità del portale di Servizio Elettrico Nazionale è stato implementato un nuovo e più sicuro sistema di autenticazione e registrazione (www.servizioelettriconazionale.it) introducendo la “social login”, ovvero, la possibilità di autenticazione mediante le credenziali utilizzate per l’accesso ai principali social networks (Facebook, Twitter e Google+), inoltre, è aumentata la sicurezza in fase di registrazione, combinando alla certificazione e-mail un autenticazione del numero di cellulare (invio codice OTP).
Di seguito alcuni numeri relativi al WEB (riferiti al 2017) che aiutano a comprendere la dimensione dell'utilizzo del canale:
 
- oltre 1,5 milioni di clienti registrati all'area riservata;
- ben 25 milioni di operazioni online eseguite al 31 dicembre 2017.
 
 

 

6.
Sisma: Servizio Elettrico Nazionale interviene sulla rete elettrica, nessun danno a impianti idroelettrici.


Roma, 24 agosto 2016 – Servizio Elettrico Nazionale è in campo dalle prime ore del mattino per far fronte alle conseguenze sulla rete elettrica dello sciame sismico che ha colpito il Centro Italia.

E-distribuzione , la società del Gruppo che gestisce la rete elettrica, ha schierato una task force di oltre 150 persone per ripristinare gli impianti gravemente danneggiati nelle aree più colpite dal terremoto. Altre squadre di tecnici stanno convergendo dai territori limitrofi.

Al momento risultano disalimentate circa 6000 utenze in particolare nei comuni di Accumoli, Leonessa e Amatrice nel Lazio. Interventi di ripristino sono in corso anche a Pescara del Tronto nelle Marche e Norcia e Cascia in Umbria.

Non si registrano problemi alla rete elettrica in Abruzzo. Occasionali interruzioni di corrente saranno possibili in altre aree in funzione delle richieste di disalimentazione per consentire i soccorsi in sicurezza da parte di altri operatori.

Per ridurre i tempi di ripristino del servizio, sono stati mobilitati anche gruppi elettrogeni. In alcune aree gli impianti danneggiati sono difficilmente raggiungibili per problemi alla viabilità.

Servizio Elettrico Nazionale ha disposto immediatamente controlli e verifiche su tutti gli impianti idroelettrici presenti nelle regioni colpite dallo sciame sismico, che non risultano danneggiati.

L’azienda partecipa al Comitato Operativo Nazionale del Dipartimento di Protezione Civile per coordinare gli interventi sulla rete elettrica e a supporto dell’allestimento di centri di accoglienza per gli sfollati. L’unità dedicata alla protezione Civile di Servizio Elettrico Nazionale è inoltre in contatto diretto con i Comitati Operativi Regionali di Lazio, Marche e Abruzzo.

 

 

Segui gli aggiornamenti su Enel Alert.

 

EnelNow SMS
Inviaci un sms con il tuo CAP al numero 320204150. Ti invieremo aggiornamenti in tempo reale in caso di novità importanti.

 
 

7.
Arriva la bolletta 2.0: tante novità ed uno sconto per chi sceglie la bolletta online


Da gennaio 2016 la bolletta è più semplice ed intuitiva. Come previsto dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Delibera 501/2014/R/COM), la bolletta esporrà in modo chiaro e sintetico le voci più importanti che di solito vengono consultate, con la possibilità di visualizzare gli elementi di dettaglio nell’area riservata su servizioelettriconazionale.it. Se hai attivato Bollett@Online  e paghi la bolletta con domiciliazione bancaria ,postale o su carta di credito, riceverai uno sconto.
 
 
 

8.
Qualità: Servizio Elettrico Nazionale al primo posto


Anche nel secondo semestre 2014 Servizio Elettrico Nazionale è prima nella classifica
 
ARERA per il miglior Call Center Servizio Elettrico Nazionale si conferma al primo posto della classifica sulla qualità dei servizi telefonici secondo la graduatoria pubblicata dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.
La classifica, riferita al II semestre 2014, mette a confronto le principali 38 aziende di vendita di energia elettrica e gas con più di 50 mila clienti ed è strutturata su una serie di punteggi assegnati ai singoli call center per i livelli di qualità effettivamente offerti ai consumatori, quali la disponibilità di linee telefoniche, i tempi di attesa, la chiarezza delle risposte, la cortesia degli operatori, la capacità di risolvere il problema nel minor tempo possibile.
 
 

9.
Al Negozio fai la fila con la APP


Qurami è un nuovo servizio messo a disposizione gratuitamente dal negozio per migliorare la qualità del tuo tempo.
Scaricando la app Qurami sul tuo smartphone puoi staccare il numeretto per la fila direttamente dal cellulare, conoscere in tempo reale il numero di persone che hai davanti e avere una stima del tempo di attesa ancora prima di entrare nel negozio, risparmiando così tempo prezioso.
 
Per ora la app è attiva sul negozio di Genova, Padova Firenze e Palermo.
 

10.
Punto Fisico: servizio di traduzione simultanea per i clienti stranieri


E’ attivo nei 98 Punto Fisico il servizio di traduzione simultanea. Il servizio è disponibile  in 10 lingue -  inglese, francese, spagnolo, cinese, arabo, russo, rumeno, punjabi, albanese, serbo, croato  e sloveno – e favorisce l’85% della popolazione straniera residente in Italia. Il cliente e il consulente dialogano presso il Punto Fisico con l’ausilio di un terzo operatore che, da remoto, offre un servizio di traduzione simultanea  per tutte le operazioni gestionali e per  tutte le informazioni utili al cliente
 

11. PESSE- Piano di distacco


Nella prossima bolletta troverai le indicazioni sul PESSE, il piano di distacco programmato applicato da Enel Distribuzione su eventuale richiesta dalla società Terna (proprietaria della Rete di Trasmissione Nazionale, che garantisce l'equilibrio tra l'energia richiesta e quella prodotta).
Il piano è predisposto per ridurre il rischio di black out incontrollati nel caso di eccessivi carichi di energia sulla rete.
 
Per sapere quando è prevista l’eventuale sospensione del servizio puoi consultare il sito di Enel Distribuzione
 

12. Nuova tariffa sperimentale pompa di calore


Dal 1° Luglio 2014 è disponibile la nuova tariffa dedicata ai consumi ad alta efficienza.
Dal mese di luglio, i clienti domestici che per il riscaldamento utilizzano esclusivamente pompe di calore elettriche possono chiedere di partecipare alla sperimentazione della nuova tariffa D1.
 
Per saperne di più, clicca qui
 
 

13. Riduzione delle tariffe elettriche a favore delle piccole e medie imprese


La Delibera n. 674/2014/R/ EEL ha determinato una riduzione delle tariffe elettriche a favore delle piccole e medie imprese per forniture con potenza disponibile superiore a 16,5 kW in attuazione del decreto legge 91/14. E' stata prevista una riduzione soltanto sulle aliquote delle componenti tariffarie A3, A4, UC3 (oneri di sistema).
© Servizio Elettrico Nazionale Tutti i diritti riservati - P.IVA 09633951000