Foto raffigurante una libreria in una casa nuova

Nuova attivazione

Puoi richiedere una prima attivazione, nel caso in cui nel tuo appartamento o locale commerciale non ci sia mai stata l’energia elettrica, perché manca il contatore oppure perché non è mai stato attivato in precedenza.
 
 

Dati necessari

  • Dati relativi al titolo edilizio in base al quale è stato realizzato l’immobile da allacciare.
  • Numero cliente che puoi trovare, se è presente il contatore elettronico, premendo il pulsante del display
  • Titolo abitativo - per i contratti di uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di energia elettrica, in base a quanto stabilito dall'art. 5 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione) del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47, convertito in Legge 80/14 (Piano Casa). Per saperne di più clicca qui.
  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica
  • Indirizzo di recapito (Provincia, Comune, Località, Via e numero civico) dove inviare le bollette, se diverso da quello dell'abitazione/locale da allacciare
  • Potenza e tensione richiesta, tenendo presente, nel caso di contratto per abitazione, il numero dei componenti della famiglia ed i principali elettrodomestici che si prevede di utilizzare (scaldabagno, lavatrice, lavastoviglie, computer, condizionatori d'aria, forno elettrico) e nel caso di contratto per usi diversi da abitazione, il tipo di attività e le caratteristiche tecniche ed elettriche degli apparecchi da utilizzare.
  • Uso della fornitura nel caso di contratto per usi diversi da abitazione
  • Eventuali coordinate del conto corrente bancario/postale (nominativo e codice fiscale dell'intestatario del conto e codice IBAN). Per i contratti uso domestico, scegliendo una qualsiasi forma di domiciliazione delle bollette (BANCARIA/POSTALE), non viene addebitato il deposito cauzionale.
 
Attenzione!
In bolletta riceverai una dichiarazione relativa ai dati catastali che dovrai restituirci compilata e firmata.
Infatti la legge finanziaria 2005 (Legge 30/12/2004 n.311) impone, a tutte le Società che forniscono energia elettrica gas e servizi idrici, l'obbligo di richiedere ai propri clienti i dati catastali identificativi dell'immobile, e di trasmetterli all'Anagrafe Tributaria. Qualsiasi intestatario di un contratto di fornitura di energia elettrica, anche se NON è il proprietario dell'immobile (ma è ad esempio l’ inquilino, il comodatario, il titolare del diritto di abitazione, ecc.), ha l’obbligo di fornire la dichiarazione contenente i dati richiesti.
 
Per approfondimenti sull’obbligo previsto dalla normativa, puoi rivolgerti direttamente agli uffici Agenzia delle Entrate o consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it
 
 

Documenti necessari

  • MODULO DI ADESIONE (che ti verrà inviato a seguito della tua richiesta), in cui dovranno essere riportate tutte le informazioni riepilogate nella sezione «Dati necessari».
  • Per i contratti usi diversi dalle abitazioni – Dichiarazione Regime Salvaguardia, ai sensi della Legge 125/07.
  • Fotocopia del documento di riconoscimento dell’intestatario del contratto o del legale rappresentante (se persona giuridica).
Attenzione!
In caso di edificio con più di due unità immobiliari, se non è stato ancora richiesto l’allaccio collettivo, è necessario rivolgersi direttamente al Distributore. In tal  caso, infatti, è obbligatoria la posa di tutti i misuratori contemporaneamente.

 
 

Cosa fare

Chiama il nostro Servizio Telefonico. Trovi qui i riferimenti.
Ricorda che dovrai restituire, compilata e firmata, la documentazione che ti invieremo seguendo le indicazioni riportate nella lettera di accompagnamento.